Mafia Capitale: Ma Buzzi e' un mafioso od un corruttore? Del Pd dice "famelico". E Carminati?

. Politica

Slitta a fine agosto la relazione del insito dll'Interno, Angelino Afano su Mafia Capitale, sulla base dei documenti presentati dal prefetto Gabrielli. Disorientamento in Campidoglio per il prolungamento di questo periodo di incertezza dopo che Marino con l'ultimo rimpasto e sotto l'ala protettrice del presidente del Pd, Matteo Orfini pensava di avere risolto tutto. Ma le accuse di Salvatore Buzzi sono gravi e sembrano inchiodare il sindaco, almeno per mancanza dell'attenzione dovuta nello svolgere il suo delicato incarico. Buzzi descrive "famelico" il Pd romano e diviso in fazioni che andavano tutte accontentate per accaparrassi i lavori. Finita l'era Alemanno "bisognava accordarsi con la nuova giunta Marino". Ed era ancora più difficile vista la maggiore strutturazione del Pd rispetto al centrodestra. Comunque dai lunghi interrogatori emerge od almeno Buzzi vuol fare emergere un sistema di corruzione e di concussione più che di mafia. Ne' almeno per ora emergono atti di violenza od intimidazione. Solo soldi, tanti soldi e tangenti, tante tangenti. E Carminati? Lo hanno arrestato e rinchiuso in un carcere di massima sicurezza con il 41 bis, l'isolamento riservato ai boss mafiosi. Ma di lui si sono perse le tracce. Lo hanno interrogato? Di Buzzi invece si sa tutto, almeno la sua verità,  che e' quella di un Pd romano che era corrotto.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi