Battaglia sul nuovo Senato. Oltre 500mila gli emendamenti. La minoranza Pd vuole Senato elettivo

. Politica

Per il nuovo Senato alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva si annuncia l'ennesima battaglia parlamentare tra Renzi e la sua minoranza interna, guidata da Bersani. Sono oltre mezzo milione gli emendamenti presentati dallo stesso Pd e dalle opposizioni per la precisione 513.450. Cifra record con con 510.2933 della Lega e 1075 da Forza Italia. 63 quelli della sinistra del Pd, con 17 di particolare rilevanza. Anche i cinque stelle hanno presentato 194 proposte di modifica. La richiesta di modifica più rilevante, che viene sia dalla minoranza del Pd che dalle opposizioni e che quindi, numeri alla mano potrebbe anche passare (siamo sul filo dei voti), riguarda l'articolo 2 della riforma con l'elezione diretta dei senatori. Punto sul quale Renzi, almeno al momento, non sembra volere assolutamente cedere. Il bersaniano Gotor avverte il premier, con il muro contro muro, la riforma e' a rischio. Ma Renzi ribatte "andiamo avanti" e non vuole tenere conto delle richieste in favore di un maggior bilanciamento delle funzioni tra Camera e Senati e di una maggiore legittimazione dei senatori. Ha il timore che modifiche in questo senso possano annacquare quella che e' la madre di tutte le riforme e che con l'abolizione del bicameralismo cambia completamento, per la prima volta dal dopoguerra, l'assetto istituzionale del paese. Ed e' il pentastellato Gianluca Castaldi a rivolgersi al premier: "Renzi spieghi agli italiani perché si impone ad un Senato a 100 membri eletti direttamente dai cittadini, mentre vuole che sia composto da consiglieri regionali, la classe politica più inquisita del mondo, nominati dalle segreterie dei partiti e che godranno così dell'immunità parlamentare". Muscoli in evidenza da una parte e dall'altra con agosto di mezzo, che potrebbe consentire di riordinare le idee. Altrimenti ad ottobre sarà scontro e scontro duro nell'aula di quel Senato che dovra' decidere se abrogare se' stesso.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi