Ignazio Marino cita il 'Che' e rassicura i suoi supporter, "Non vi deluderò"

. Politica

E' arrivato a citare anche Che Guevara - "Noi siamo realisti e vogliamo l'impossibile" - il sindaco-chirurgo per rassicurare i suoi supporter che si sono dati appuntamento a mezzogiorno sulla piazza del Campidoglio per invitarlo a non mollare ad una settimana dal 2 novembre, quando le sue dimissioni diverranno irrevocabili in assenza di un ripensamento. Un ripensamento che oggi sembra più vicino. In tremila sotto la statua di Marc'Aurelio i fans del primo cittadino dimissionario (ma non troppo) hanno incitato Marino a resistere (al Pd, naturalmente), a non lasciare la carica per non darla vinta ai suoi 'nemici'. E lui si è affacciato dal balcone del palazzo Senatorio visibilmente commosso per la manifestazione di affetto ed ha promesso solennemente - lo ha ripetuto tre volte, un pò alla Borrelli negli anni di Tangentopoli con quell'ormai leggendario 'Resistere, resistere, resistere'- di non voler deludere chi si aspetta da lui uno scatto di orgoglio. "Voi mi chiedete di ripensarci. Io ci penso e non vi deluderò. Questa piazza mi dà il coraggio e la determinazione di andare avanti" ha detto. E poi ancora: "State scrivendo una pagina importante della democrazia di questa città" ha aggiunto concludendo con un triplice "Non vi deluderò, non vi deluderò, non vi deluderò". E le dita alzate in segno di vittoria.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi