Marino, un addio al veleno (contro il Pd e Renzi): "Io accoltellato, 26 nomi ma un unico mandante"

. Politica

Un addio al veleno quello di Ignazio Marino decaduto dalla carica di sindaco per le dimissioni di 26 consiglieri. In una polemica conferenza stampa in Campidoglio l'ormai ex-sindaco ha attaccato duramente tanto i 26 consiglieri che, ha detto, si sono "sottomessi", quanto il Pd che in questa vicenda - sono parole sue -  "ha tradito il suo nome, partito democratico, e il suo Dna" e Matteo Renzi, pur senza nominarlo direttamente. Ma è stato chiaro il riferimento al premier e segretario del Pd quando Marino ha detto platealmente di essere stato "accoltellato" da quei 26. "26 nomi ma un unico mandante" ha aggiunto l'ex-sindaco. "No - ha aggiunto rispondendo ad una domanda precisa - non è vero che i miei rapporti con Renzi siano turbolenti. Semplicemente, da un anno non ne ho...". Un Pd e una segreteria nazionale che hanno "profondamente deluso" l'ex-sindaco che non è andato tanto per il sottile quando, in un affondo che non avrà fatto certo piacere al Nazareno, ha parlato di comportamenti "poco democratici" della dirigenza Dem. A conclusione del suo mandato Marino si è voluto togliere diversi sassolini dalle scarpe rivendicando l'azione della sua giunta in questi 28 mesi e il valore dei "grandi cambiamenti" realizzati ed impostati per la città e insistendo sulla "democrazia ferita" per quel confronto "franco, aperto, democratico" che lui avrebbe voluto avere nell'aula di Giulio Cesare e che il PD non gli ha concesso. Un confronto necessario - ha precisato - per capire le ragioni di una crisi per lui ancora "incomprensibili". In conclusione di conferenza stampa, senza anticipare nulla sul suo futuro, l'ex-sindaco ha usato metafore cruente per descrivere le ultime fasi del braccio di ferro col suo partito: ha parlato di "accoltellamento" ma anche di "uccisione". "Si può uccidere una squadra - ha concluso - ma non si possono uccidere le idee".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi