Mattarella grazia Monella che uccise un ladro dopo un furto. Salvini esulta

. Politica

Era il 2006, quando Antonio Monella, nel bergamasco, sparo' ad un ladro, un 19enne albanese che gli aveva rubato il suo Suv. Condannato in via definitiva a oltre sei ani, si trovava in carcere da dieci mesi.  Ora il Presidente Mattarella gli ha concesso la grazia, anche se solo parziale, nel senso che ora con la riduzione d pena di due anni, Monella verra affidato ai servizi sociali per i prossimi tre anni, avendo già scontato un terzo della pena. La decisione, anche se al Quirinale minimizzano e parlano di una decisione solo giuridica, e' ad altissimo impatto politico. Fonti del Colle precisano che la scelta del Capo dello Stato e' tutta basata sul diritto, fondata sulle carte e letto il parere favorevole del ministro della Giustizia. Sia come sia, Salvini, che aveva avanzato la richiesta di grazia, esulta: "Grazia per Antonio Marano! In carcere per avere ucciso un rapinatore, oggi finalmente libero! Vittoria dei cittadini perbene, della Lega, del diritto a difendersi". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi