Renzi e la guerra al Califfo: "La mia non è prudenza ma saggezza". No ad un'altra Libia

. Politica

No ad un 'bis' della Libia, quando si bombardò per cacciare Gheddafi senza pensare al dopo, un dopo che è sotto gli occhi di tutti. In Siria col Califfo non si deve ripetere lo stesso errore. Ecco perchè quella dell'Italia nella coalizione internazionale non è una posizione attendista o "prudente", come dicono i più benevoli tra i critici, ma"saggia". Matteo Renzi ha rivendicato la correttezza e la lungimiranza dell'atteggiamento del nostro paese nella crisi siriana. Lo ha fatto alla presentazione dell'ultimo libro di Bruno Vespa chiarendo che "'l'Italia non ha una posizione pregiudizialmente ostile a interventi anche di natura militare o più forti di natura diplomatica ma chiede solo che non si faccia ciò che è accaduto in Libia: un intervento senza strategia di cui si pagano le conseguenze". "L'Italia - ha spiegato il premier - ha un numero di donne e uomini impegnati in contingenti che è tra i più elevanti al mondo. Questo sia chiaro. Non è che un intervento in più o in meno denota il nostro tasso di partecipazione alla coalizione internazionale. I giornali cambiano ogni 24 ore, politica estera no. La politica estera non va lasciata alle emozioni, serve continuità e consapevolezza. La nostra non è prudenza ma saggezza e io ne sono fiero". Ma in Libia la situazione sembra farsi più grave per l'aumentata presenza dei miliziani del Califfo, dicono i servizi segreti Usa. E allora? Per quanto riguarda un intervento militare internazionale in Libia "questo non è un tema all'ordine del giorno, almeno per il momento" ha detto Renzi non vede novità nella presenza dell'Is sulla costa mediterranea della nostra ex-colonia."La presenza di Daesh a Sirte non è una presenza che arriva nelle ultime ore, ma l'intelligence la stima radicata già da mesi. Non c'è nulla di nuovo, non appare niente di nuovo e alcune ricostruzioni sono tutte da verificare, cosa che con gli alleati della coalizione stiamo facendo, ma non vedo elementi di novità" ha concluso.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi