L'appello dei tre sindaci "arancioni", "imparate dalla Francia, non lasciamo campo alla destra, sinistra unita"

. Politica

Su Repubblica i tre sindaci "arancioni" eletti con i voti del Pd, ma anche del resto della sinistra, Marco Doria, Giuliano Pisapia e Massimo Zedda, primi cittadini a Genova, Milano e Cagliari, lanciano un appello dalle colonne di Repubblica, per una sinistra unita. Una richiesta di unita' del centrosinistra per "continuare a vincere come in passato" ed un messaggio a Matteo Renzi contro il partito della Nazione. "Bisogna rafforzare le componenti della sinistra", il loro pensiero. "Imparate dalla Francia, non lasciamo campo alla destra populista", sostengono con forza. In sostanza rilanciano una sorta di Ulivo di prodiana memoria. Quell'Ulivo rotto da Veltroni, con il Congresso di Torino e la nascita del Pd a vocazione maggioritaria, che poi perse le elezioni con Berlusconi. Scelta di vocazione maggioritaria confermata pero' dal Pd di Renzi, anche con l'approvazione della nuova legge elettorale, che prevede premio di maggioranza alla lista ma non alla colazione. Insomma per raccogliere questo appello, che comunque e' stato apprezzato dai giovani turchi e dallo stesso presidente delPd, Matteo Orfini, occorrerebbe cambiare la legge elettorale e ritornare al voto tra le due coalizioni, quella di centrodestra e quella di centrosinistra, più ovviamente il M5S di Grillo.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi