Saviano sfida la Boschi, la Leopolda e il Pd, chiariscano o "accolita in difesa di malversatori"

. Politica

Roberto Saviano carica a testa bassa la Boschi e tutto il Pd e lancia la sua sfida sulla moralità. "Se il ministro Boschi dovesse rifiutare spiegazioni, restando al suo posto nonostante il pesante coinvolgimento della sua famiglia in questa gravissima vicenda che avrà probabilmente sviluppi giudiziari (come potrebbe non averne?), vorrà dire che nulla e' cambiato, la Leopolda e' una riunione di vecchi arnesi affamati resi più accettabili dalla giovane eta' e dall'essere venuti dopo Berlusconi, e il Pd un'accolita che difende i malversatori a scapito dei piccoli risparmiatori", la sua accusa al vetrino postata su Facebook. "Il Pd mi accusa - spiega lo scrittore - quando chiedo le dimissioni del ministro Boschi, come se fosse lesa maestà chiederle di chiarire le troppe opacità del caso Banca Etruria, dato il suo diretto coinvolgimento famigliare". Saviano incorda anche Luigino D'Angelo, il pensionato suicida. che, moto probabilmente, "non era stato informato dei rischi a cui stava andando incontro".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi