I rischi per Renzi, concentricità caso banche ed Europa e Commissione d'inchiesta che potrebbe chiamare a deporre i padri dei figli...

. Politica

Non e' finita la vicenda delle banche con "l'assoluzione" peraltro scontata, visti numeri,  del ministro Boschi alla Camera. E infatti Renzi si sta preparando al meglio per affrontare il peggio, consapevole che non saranno le aule di Camera e Senato a metterlo in difficoltà. "Un mondo quello del Parlamento sempre più piccolo e sempre più antico", come scrive Francesco Verderami sul Corriere. I veri problemi in agguato derivano dalla combinazione tra il caso banche e l'Europa. Non era certo la mozione di sfiducia contro la Boschi  a preoccupare Renzi, semmai e' la concentricità di problemi e di attacchi che rende l'affare banche un missile a più stadi contro il governo. Il fronte politico oggi e' meno esposto rispetto a quelli giudiziario finanziario ed europeo.   Lo si intuisce anche dalle parole del ministro dell'Economia, Carlo Padoan ad alcuni collegi: "Non capisco come mai si sia scatenato il putiferio. Sulle banche ci siamo mossi in modo lineare"( Ed ha ragione).  Considerazioni che hanno portato alcuni ministri a domandarsi se "qualcosa si e' rotto", se sono saltati certi equilibri", perché d'un tratto (come se fosse un deja vu, basta ricordare cosa successe a Berlusconi quando si ruppero certi equilibri, e prima ancora a Craxi e Andreotti) hanno notato venir meno il quadro di protezione internazionale, mentre si sta facendo incalzante l'azione della magistratura. E quando la magistratura interviene si sa come inizia ma mai come finisce. E poi c'e' la Commissione d'inchiesta sulle banche, sollecitata dai Cinquestelle ma voluta anche dallo stesso Renzi. Potrebbe trasformarsi in un boomerang per il premier. Perché storicamente queste commissioni sono servite per lo più a regolare i conti politici che  a stabilire la verita' dei fatti. E i grillini sono pronti a sfruttare l'occasione, magari chiamando a testimoniare i padri dei figli… cioè papa' Renzi e papa' Boschi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi