Etruriagate, gli 11 rilievi di Bankitalia a papa' Boschi, che rischia di essere indagato

. Politica

Undici rilievi. Undici segnalazioni su irregolarità  e criticità del management di Banca Etruria, commesse quando l'Istituto navigava già in acque difficili. E che inevitabilmente coinvolgono ill padre di Maria Elena Boschi, prima consigliere di amministrazione dal 2011, poi, vicepresidente della banca dal 2014. Il contenuto della relazione degli ispettori di Bankitalia sarà inviata alla procura prima di Natale. E potrebbe portare a sviluppi giudiziari, anche con l'iscrizione di Pier Luigi Boschi nel registro degli indagati ed anche a ulteriori sviluppi politici. Lo scrive Fiorenza Sarzanini sul Corriere. Potrebbero finire indagati tutti membri del Cda, come già avvenuto per i presidente Rosi ed il consigliere Nataloni per conflitto d'interesse. Si parla di fideiussioni, consulenze, operazioni immobiliari, finanziamenti Nel dossier c'e' l'elenco dei motivi che hanno portato Banca Etruria al dissesto. Un vero e proprio atto d'accusa dal quale tutti i dirigenti devono adesso difendersi. Ed e' anche per questo che Renzi ha voluto la calendarizzazione della mozione di sfiducia alla Boschi in tempi rapidi. Per chiudere la partita, od almeno cercarla di chiudere, dal punto di vista parlamentare, prima che la faccenda si ingarbugli ulteriormente. Il perché e' presto detto: "Nella nuova relazione ci sono ben undici punti dei quali dovra' rispondere l'ex vicepresidente e attengono l'intera gestione patrimoniale visto che l'attività degi ispettori e' stata in realtà un'attività di controllo ad ampio spettro, dunque una verifica generale. E se l'aula di Montecitorio ha archiviato la pratica ,un'eventuale iscrizione nel registro degli indagati di Pierluigi Boschi renderebbe il clima politico rovente. Tra l'altro c'e' anche la possibilità di una nuova sanzione per Pierluigi Boschi, che ha già pagato 144mila euro.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi