Renzi "Bankitalia ha nostro rispetto", "M5S opposizione solo in Tv", "Italia guarita ma convalescente"

. Politica

"Nessuno scaricabarile, se qualcuno immagina che scarichi le responsabilità sugli altri, come faceva la politica in passato, ha sbagliato persona, Bankitalia e tutte le altre istituzioni godono del rispetto del governo. Io non ho alcun doppipesismo, ho solo messo il più trasparente degli italiani per controllare gli arbitrati"". E' molto deciso e diretto Matteo Renzi nel confermare la sua fiducia a Ignazio Visco, il  presidente di Bankitalia, che si dice avesse minacciato le dimissioni in polemica con la nomina di Cantone per gli arbitrati degli obbligazionisti rimasti con in un pugno di mosche in mano. Visco comunque ha avuto lo scudo del Quirinale, che ha smentito la sua volontà di lasciare la guida di Bankitalia. Il premier, ospite dell'Arena di Massimo Giletti, aggiunge: "Noi rispettiamo tutte le regole, ma lo facciano anche i tedeschi. Il sistema delle banche italiano va ripensato. La prossima mossa sarà unificare sempre di più le banche del credito cooperativo, che sono anche belle ma devono essere più solide. E poi ci sono troppe poltrone. E' il momento di voltare pagina". Ancora: "La commissione parlamentare verificherà, chi ha sbagliato pagherà ma non e' bombardando le banche che si esce da questa situazione". Renzi torna anche sul caso Boschi, afferrando: "Nessun conflitto d'interessi". Spiegazione: "Dove sta se il papa' della Boschi e' stato sanzionato e se il Cda di Banca Etruria e stato commissariato? Il governo non guarda in faccia nessuno". "L'Italia sta meglio di un aanno fa. Dopo tre anni di Pil negativo abbiamo fatto un passetto avanti, più 0,8%, e l'anno prossimo saremo oltre l'1,5%", afferma il premier ricordando l'approvazione nella notte, da parte della Camera, della manovra economica del governo per il 2016, la cosiddetta legge di stabilita'. Per Renzi l'Italia e' guarita, sta sicuramente meglio, ma e' ancora convalescente. Il premier difende poi la sua manovra dall'accusa di "mancette": "Nessuna mancia, e' evidente che ci sono soldi che vanno ad associazioni, volontariato, scuola, cultura, Coni. Ma e' un bene perché l'Italia e' fatta di questo". Poi una frecciatina al M5S: "La legge di Stabilita' e' stata approvata alle 2,58 di stanotte e i Cinquestelle non erano in aula perché purtroppo fanno un'opposizione che regge fino a che sono accese le luci delle telecamere. Forse e' la famosa febbre del sabato sera, si sono ammalati tutti insieme". Beccato anche Salvini, "E' più interessato a fare gli interessi della Lega che degli italiani ed e' più interessato a fare viaggetti fino alla Russia che a fare il bene del paese".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi