L'anno che verra', il politologo Ainis "Renzi vincerà il referendum poi chiederà le elezioni ma al ballottaggio vincerà il grillino Di Maio"

. Politica

Il politologo, Michele Ainis, tra i più noti costituzionalisti italiani ed editorialista del Corriere, in un'intervista al Giornale, fa le previsioni del 2016 spingendosi fino alla primavera del 2017. "Il mio pronostico sul 2016? Il Pd otterrà un buon risultato alle amministrative e Renzi un ottimo successo al referendum costituzionale in autunno. A quel punto c'e' lo scioglimento anticipato delle Camere, anche perché sarebbe bizzarro che rimanga in vita un Senato che non c'e' più e si vota. Il Pd pero' non prende il 40% e vanno al ballottaggio Renzi e Di Maio per i Cinquestelle. Il primo va a casa ed il secondo diventa presidente del Consiglio". E il centrodestra può trovare una sua identità ? "Può, eccome - dice Ainis - gli italiani non sono "comunisti trinariciuti", in maggioranza sono moderati (vecchia tesi a partire da Fanfani per arrivare a Craxi e Berlusconi). Il problema ora per la destra e' trovare un nuovo leader. Che non può essere Salvini, troppo poco moderato. Ci vorrebbe un Berlusconi degli anni 80-90 o un Di Maio di oggi. Una persona innovativa e rassicurante". Infine una battuta sulla ministra Maria Elena Boschi ed il conflitto d'interessi: "Perché si e' assentata dal Cdm che trattava di banche?". Naturalmente anche se Ainis non lo dice, le elezioni anticipate, per questione di tempi, se effettivamente ci sara' il referendum sulle riforme ad ottobre, non potranno svolgersi prima della primavera successiva, quella del 2017, con un anno di anticipo. Anche perché il governo in autunno, oltre che sul referendum, sarà impegnato sulla manovra economica, la legge di Stabilita', per il 2017.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

Commenti

0 # wolf 2015-12-31 16:25
perchè era al senato

I commenti sono chiusi