Renzi "Rispetto per Family day", su Unioni civili "accordo o voto secondo coscienza". No all'utero in affitto

. Politica

Matteo Renzi, sbrigata la difficile pratica della madre di tutte le riforme, quella costituzionale, punta ora a completare il suo programma prima del voto. E lancia una sorta di patto per i prossimi due anni, o almeno fino alle elezioni, chiedendo il concorso costruttivo di tutti, opposizioni comprese. Rispetto per il Family day, dice in un'intervista a Rtl 102,5, spiegando "Dove c'e' un popolo sempre grandissimo rispetto". Poi: "Ho visto che domani ci sarà una manifestazione dei sostenitori dei diritti lgbt. I ministri sono liberi andare a tutte le manifestazioni che vogliono, non vedo perché ci dovremmo arrabbiare se uno o più ministri parteciperanno a una delle due manifestazioni". Insomma Renzi tende a smussare gli angoli soprattutto all'interno del suo Pd, diviso tra la parte cattolica e quella laica. Così  sul ddl Cirinna', afferma: "La legge sulle Unioni civili ci vuole, la stragrande maggioranza ha capito che la legge va fatta". Poi puntualizza: "Io credo che se non troveremo un punto di equilibrio, bisognerà andare a votare in Parlamento a scrutinio libero con voto di coscienza. Totale rispetto per il Parlamento". Sulla stepchild adoption dice: "Credo che questo sia un tema molto delicato, dobbiamo avere una stella polare, l'interesse del bambino. Ciò che importa e' il diritto del bambino a crescere nell'ambiente considerato più giusto. Spero che si faccia una legge in tono civile". Infine una secca bocciatura alla pratica dell'utero in affitto. "Giudico davvero negativa questa pratica che in molticasi riguarda pure le coppie eterosessuali"-

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi