Family day, due milioni a Roma. Centrodestra si compatta tra bimbi, suore e CasaPound. "Non rottamate la famiglia"

. Politica

E' una marea al Circo Massimo a Roma, che stenta a contenere tutti, uomini, donne e bambini. Sacerdoti ma anche molti politici, tutto il centrodestra, i "duri e puri" ed i "traditori", quelli passati sulla sponda del centrosinistra. Immancabile la presenza di CasaPound. Massimo Gandolfini, l'organizzatore, annuncia raggiante: "Siamo due milioni". Non saranno due milioni, ma non erano neanche un milione, gli altri che hanno manifestato per la famiglia arcobaleno. Tra l'altro difficili da stimare perché spezzettati su 98 piazze italiane. "Nessuna speranza per i diritti alle coppie omosessuali", la parola d'ordine. Un popolo in difesa della famiglia tradizionale. Dal palco ci ha pensato l'ex viceministro degli Interni e cattolicissimo, Alfredo Mantovano a canalizzare l'entusiasmo. "Vogliamo le Unioni civili?", per aggiungere "Dite forte la vostra risposta, altrimenti dai palazzi del potere non capiscono". Risposta della piazza scontata: "No!".  Per inviare un messaggio sintetico al premier e' stato appostato uno striscione sotto il palco: "Vietato rottamare la famiglia". Da Gandolfini, che ha ripetuto di non volere fondare un partito, una velata minaccia a Renzi, per i voti sul referendum costituzionale. CasaPound spiega la sua presenza: "Siamo qui perché volevamo che la manifestazione non fosse di soli preti. Abbiamo portato il tricolore da contrapporre a quello arcobaleno". Martedi' in Senato cominceranno le votazioni sulla legge sulle Unioni civili. E Renzi vuole fermamente portarla in porto, tanto che molto ha concesso ad Alfano con il rimpasto. Pochi dubbi sul fatto che la legge verra' approvata. Unico punto ancora aperto sono le step-children, vale a dire le adozioni degli omosessuali. Ma probabilmente in un modo o nell'altro passeranno anche quelle. Quella della piazza del Family day probabilmente rimarrà come una testimonianza inascoltata dalla politica.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi