Ppe e Pse attaccano Renzi "ha rotto…", "non e' affidabile". La difesa di Padoan "Flessibilità nostro diritto"

. Politica

"L'Unione europea ha già dato". Si consolida sempre di più a Bruxelles un fronte anti italiano sul tema della flessibilità e non solo. Renzi e' finito nel mirino del Ppe e anche dei suoi compagni socialisti. Lui continua a replicare: "Niente lezioncine..". Ultimi attacchi al premier italiano su due fronti. Da una parte i popolari con Weber, una sorta di sentinella della cancelliera Merkel, dall'altra inaspettatamente, ma non tanto, dall'altra Pierre Moscovici, commissario all'Economia, francese e socialista, se la prendono con Renzi. Anche se entrambi hanno poi corretto il tiro, hanno dato comunque l'impressione di agire in sintonia. In Europa stanno prevalendo gli interessi nazionali sui vincoli di partito. Quindi Moscovici finisce per privilegiare l'asse con Berlino, messo in discussione da Renzi, piuttosto che pensare alle politiche socialiste, che imporrebbero un occhio di riguardo alla crescita contro l'austerità. L'Europa non vede margini per una maggiore flessibilità chiesta dall'Italia ed invita Renzi a non fare "sceneggiate". Socialisti e popolari, di ogni latitudine europea, convergono: "Renzi ha ritto…". Espressione tra l'altro molto italiana, quasi romana. Ancora più brutale in una riunione riservata il capo dei popolari francesi, Daul: "Renzi e' un personaggio nn affidabile. Non possiamo permettere a lui e Tsipras di distruggere l'Europa. Eppoi non lo difende più nessuno, nemmeno nel Pse". Carlo Padoan, il ministro italiano dell'Economia, ha risposto al Ppe: "Abbiamo il diritto di chiedere maggiore flessibilità. Non e'un nostro capriccio, e' tra le regole", ed aggiunge: "Bruxelles risponda presto, l'incertezza pesa". Intanto la borsa di Milano affonda a meno 3 punti, trascinata dai titoli bancari. Crollano i mercati asiatici e vanno giu' quelli europei. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi