Grillo chiude il secondo forno, Alfano fa il furbo, Renzi va avanti senza curarsi di loro

. Politica

Le Unioni civili, al di la' della sostanza della legge (giusta o sbagliata che sia, stepchild adoption compresa) sta diventando un intrigo politico. Dove tutti cercano di posizionarsi o di riposizionarsi in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Grillo ha rotto le uova nel paniere a molti, con la semplice decisione di fare, come del resto hanno fatto tutti gli altri, lasciare libertà di coscienza ai suoi sulle varie votazioni. In realtà ha fatto una mossa politica da scacco matto, ha chiuso il "secondo forno". Vale a dire alla possibilità per Renzi di avere una maggioranza alternativa, rispetto a quella con Alfano e Verdini, su alcune questioni. E conseguentemente spinge Renzi nelle braccia di Alfano, che sa quanto siano indigeste alla sinistra. Sinistra dove Grillo vuole recitare un ruolo. Lui che appare una sorta di nichilista vagamente anarchico di sinistra in contrapposizione al suo collega Casaleggio che fa la stessa cosa a destra. Un po' come il poliziotto cattivo e quello buono. Obiettivo comune prendersi la maggioranza. E certamente, vista la scomparsa della destra, l'unico vero nemico e' il Pd di Renzi. Forse Grillo ripenserà a quando non concluse l'accordo con Bersani. Sarebbe cambiata la storia dell'Italia. Ed Alfano che fa? Prova a fare il furbo. Anche se forse non e' la sua specialità. "Dopo Grillo Renzi accetti il nostro patto", dice. Proprio quello che vorrebbe Grillo. Alfano spiega: "L'utero in affitto  vogliamo renderlo reato universale, non e' accettabile una targhetta col prezzo sul ventre di una donna". Se ci crede davvero fino in fondo, forse politicamente sarebbe stato per lui meglio minacciare una crisi di governo. Ma si sa quanto contino le patrone… Renzi che conosce bene i suoi polli, guarda e passa senza curarsi di loro. Sapeva bene di non potersi fidare di Grillo e che Alfano non e' certo un cuor di leone. Il premier vuole la legge, stepchild compresa. Non si gioca su questo punto il governo, com'era con le riforme, anche se rimane una tappa fondamentale del suo programma. Probabilmente ci riuscita'. Ed i conti li tirerà alla fine, prima del voto. Non si annuncia nulla di buono per tutti quelli che gli hanno creato grattacapi. Gufi o cecchini che siano.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi