"Non toccheremo pensioni di reversibilità'" assicura Padoan. Ma preoccupano due parole sibilline: "sovrapposizioni ed anomalie", da "cancellare"

. Politica

"Non toccheremo le pensioni di reversibilità'", assicura il ministro dell'Economia Carlo Padoan alla Camera. Pero' aggiunge due sibilline parole: "Interverremo su sovrapposizioni ed anomalie".  Cosa vuole dire? Nessuno  spiega e nessuno lo sa esattamente, ma c'e' la possibilità che dietro questa considerazione in realtà si nascondano possibili tagli. Il ministro, durante il question time a Montecitorio ha spiegato che nel ddl di delega e' soltanto previsto il superamento di situazione anomale. e tra queste "anomalie" potrebbero anche esserci le reversibilità future. Padoan ha anche escluso l'eventualità di una manovra correttiva dopo che l'Istat ha certificato per il 2015 una crescita inferiore alle previsioni del governo. "Tutti i principali indicatori relativi alla domanda interna, in particolare consumi ed occupazione, sono in linea se non migliori, rispetto alle attese del governo", le sue parole.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi