Nichi Vendola e il compagno diventano papà, con l'utero in affitto è nato Tobia Antonio. Auguri e attacchi: Salvini "Disgustoso egoismo"

. Politica

Nichi Vendola e il compagno Ed Testa sono diventati papà. Con la tecnica dell'utero in affitto - la donna che ha partorito sarebbe una californiana di origine indonesiana -  è nato ieri il figlio dell'ex governatore della Puglia e del suo compagno, l'italo-canadese Ed Testa, padre biologico del bambino. Il parto sarebbe avvenuto in Canada, dove la tecnica dell'utero in affitto è consentita. Il condizionale sul luogo di nascita è d'obbligo (altre fonti parlano di una clinica privata in California) perchè sul fiocco azzurro Vendola e il compagno mantengono il massimo riserbo. Al piccolo è stato dato il nome di Tobia Antonio. La notizia comunque è stata confermata da persone vicine all'ex presidente della Regione Puglia e leader di Sel. Ma per farsi chiamare papà anche in Italia Vendola dovrà attendere forse la sentenza di un giudice, dal momento che la stepchild adoption è stata stralciata dalla legge sulle unioni civili approvata in prima lettura nei giorni scorsi al Senato, o la nuova legge sulle adozioni per le coppe gay e anche per i single annunciata dalla Boschi e dalla Cirinnà. Vendola non aveva mai negato non solo il desiderio di essere genitore, ma anche quello di volere pronunciare il fatidico sì in un matrimonio. "Vorrei farlo - aveva raccontato a Repubblica - e uso provocatoriamente questo mio sogno contro la pigrizia della politica sul tema dei diritti civili, che devono essere uguali per tutti e per tutte". Quanto al desidero di avere un erede, Vendola aveva detto: "Appena lascerò l'incarico alla Regione ci penserò. Questo è un pensiero che riposa in un angolo della mia vita e che ho sempre rimandato. Per quanto mi riguarda, ogni volta che leggo di un neonato abbandonato in un cassonetto dell'immondizia vorrei correre a prendermi cura di quella creatura". Un fiume di commenti alla notizia ha inondato i social. Di congratulazioni per il fiocco 'arcobaleno' ma anche di critica. Tra questi ultimi un tweet di Matteo Salvini: "Vendola e compagno sono diventati papà, affittando utero di una donna californiana. Questo per me non è futuro, questo è disgustoso egoismo". La replica di Vendola arriva con una nota: "Non c'è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca. Condivido con il mio compagno una scelta e un percorso che sono lontani anni luce dalla espressione 'utero in affitto'. Questo bambino è figlio di una bellissima storia d'amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita. Quelli che insultano e bestemmiano nei bassifondi della politica e dei social network mi ricordano quel verso che dice:ognuno dal proprio cuor l'altro misura (anche se capisco che citare Dante non faccia audience).
   

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi