Al ballottaggio per le politiche il Pd batterebbe il M5S, ma con lista unica al ballottaggio andrebbe il centrodestra. Forbice troppo stretta per previsione sicura

. Politica

Al ballottaggio per le Politiche, ad oggi, andrebbero il Pd di Renzi con il 32,2% contro il M5S di Grillo con il 26,9&,in flessione di 2 punti, dopo la vicenda di Quarto. Nel centrodestra la Lega in leggero arretramento e' data al 13,2%, incalzata da Fi in leggera ripresa al 13%. I Fratelli d'Italia della Meloni navigano intorno al 4,2%. Quindi se si presentasse una lista unica sarebbe il centrodestra ad andare al ballottaggio con il Pd. In entrambi i casi sarebbe Renzi a vincere.  Nella prima ipotesi prevarrebbe di appena un'incollatura %51,8% a 48,8%, in caso invece del tradizionale scontro tra centrodestra e centrosinistra, il margine a favore di Renzi sarebbe un po' più largo, 53,5% a 46,5%. Almeno e' quanto risulta da un sondaggio di Nando Pagnoncelli, pubblicato sul Corriere. C'e' pero' da osservare che la forchetta appare stretta in entrambi i casi e quindi ogni previsione potrebbe saltare. C'e' anche da osservare che se il confronto dovesse essere, come avvenuto in passato, tra i blocchi di sinistra e di destra, il margine finale e' sempre destinato a ridursi fino ad una manciata di voti, quale delle due liste sia data per vincente. Buone notizie da Pagoncellin per Alfano, che supererebbe la soglia con il 3,9%. Ma il rischio e' alto. perché una radicalizzazione dello scontro spaccherebbe il partito, con gli elettori di quest'area che sembrano più propensi a votare per il centrodestra. Infine Sel si colloca al 3,2 e quindi supererebbe la soglia di sbarramento per entrare in Parlamento. Ovviamente di Verdini nei sondaggi neppure se ne parla.  Tanto utile in Parlamento quanto inutile a livello elettorale.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi