Pd: Bersani "Renzi governa con i miei voti", Speranza nuovo leader della minoranza "Se rottami Prodi e D'Alema e imbarchi Verdini e Cosentino c'e' un problema"

. Politica

Un arrabbiato, molto arrabbiato, Pier Luigi Bersani, al quale non e' piaciuto l'attacco di Renzi "Chi mi critica ha distrutto l'Ulivo", ha chiuso la tre tre giorni di Perugia, che ha ufficialmente incoronato il giovane Roberto Speranza come leader della minoranza della sinistra del Pd (in pratica gli ex comunisti), attaccando di petto il premier,  nonche' segretario del suo partito. "Si', lo ammetto - spiega - sono arrabbiato, molto, se mi toccano l'Ulivo….Se al corso di formazione politica vai a dire che la sinistra ha distrutto l'Ulivo, che abbiamo aiutato Berlusconi…Ricordo che il centrosinistra ha battuto tre volte Berlusconi e che, pochi o tanti, voti che io ho preso, Renzi sta comodamente governando con quelli. Insomma governano con i miei voti, Non io Bersani, io centrosinistra". Bersani ha ribadito la linea della sinistra Pd :"Noi non restiamo nel Pd, noi siamo il Pd. Non c'e' più Pd, se non c'e' più questo pezzo di partito". Cosa ripetuta e sottolineata da Roberto Speranza a "In 1/2 ora", dove ha anche posto un problema di fondo, che poi e' una domanda, rivolta a tutto il popolo del Pd: "Puoi rottamare Prodi, D'Alema e Veltroni e poi imbarcare Verdini e Cosentino?, Qesto non e' un problema?".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi