M5s: dopo il ritiro Patrizia Bedori si sfoga con i suoi "Mi avete chiamata brutta e grassa..."

. Politica

"Mi avete chiamato casalinga, disoccupata, brutta e obesa. Mi avete ferito". Il giorno dopo il ritiro della candidatura a sindaca di Milano per i Cinquestelle, Patrizia Bedori, 52 anni, si sfoga su Facebook e nel togliersi "qualche sassolino dalla scarpa" non ne ha solo per la stampa (che le avrebbe fatto pressione dall'inizio della campagna elettorale, una pressione alla quale lei non ha potuto resistere) ma anche per i 'suoi', quelli più vicini a lei - senza arrivare a Grillo e Casaleggio che al massimo potrebbero averle rimproverato di avere poca comunicativa -  cioè gli attivisti del Movimento che in riunioni private ma anche via web l'avrebbero ferita partecipando così a quella campagna denigratoria nei suoi confronti he alla fine l'avrebbe indotta a fare il 'passo di lato'. I più che l'hanno aiutata li ha ringraziati, ma gli altri..."Avete usato volutamente termini come casalinga e disoccupata per offendermi: volevo dirvi che per me non sono offese. Ci sono milioni di casalinghe in Italia ed è grazie a loro, le vostre madri, sorelle, mogli e compagne che ogni giorno dedicano il loro tempo con dedizione alla famiglia, ai figli, ai mariti e si fanno carico di tutta una serie di compiti per cui lo Stato è inadempiente - come la cura degli anziani - che l'Italia sta in piedi” attacca la Bedori su Fb, riferendosi alla biografia che, in questi primi mesi di campagna elettorale, è stata sempre associata al suo nome, una biografia usata a suo dire in modo negativo. "Mi avete dato della disoccupata, usando questa parola in maniera denigratoria, negativa: come dire sfigata. Sappiate che non ero in cerca di una cadrega (sedia, in milanese, ndr)". Nello sfogo l'ex-candidata cita anche i post offensivi, con nome e cognome degli estensori: "A chi mi ha chiamato 'brutta grassa e obesa' e 'fuori a calci nel culo' non dico niente, poiché le sue parole si commentano da sole...". E si rivolge anche a Serenella Fucksia, l'ex-Cinquestelle espulsa dal Movimento: “Sei famosa perché non mantieni la parola data ai tuoi elettori e, come dicevo, io le persone le valuto da quello che fanno. Io ho altri valori e la mia parola vale, sono su un altro livello, cui tu non potrai mai accedere e forse neanche capire. Tutto torna, anche se sono una "nulla facente super cazzolara svogliata" come mi hai descritta....". Dopo la rinuncia a correre come sindaco di Milano la Bedori potrebbe essere sostituita dall'avvocato Gianluca Corrado, il terzo classificato alle scorse 'comunarie' di novembre (il secondo, Lo Verso, si è già ritirato) ma potrebbe anche esserci un nuovo voto online. Lo si saprà presto.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi