Sondaggi: Sala (dem) a Milano, Virginia Raggi (M5S) a Roma, De Magistris a Napoli in pole. Su Bertolaso pronostico da' ragione a Salvini, solo il 15% e fuori anche dal ballottaggio

. Politica

Giuseppe Sala, renziano del Pd, Virginia Raggi, la giovane e brillante avvocatessa del M5S e l'indipendente Luigì De Magistris, ex magistrato di sinistra, partono in pole poistion per le elezioni comunali di Milano, Roma e Napoli. Almeno e' quanto emerge da un sondaggio Index Research, realizzato per PiazzaPulita, trasmissione di La7. ROMA: Centrodestra in pieno marasma, frammentato e con la spaccatura tra Berlusconi e Salvini. Con Berluscono che si ostina a sostenere l'ex capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, che pero' ha solo il 15% dei favori elettorali. Discorso che cambierebbe e di parecchio con la Meloni. Anche Giacchetti, il candidato del Pd di Renzi subisce la minaccia di Marino e della sinistra, ma comunque si attesta sul 30% che gli consentirebbe di andare al secondo turno per giocarsi le sue chance. In vantaggio e' data la grillina Vitoria Raggi con il 33%. Vantaggio che al ballottaggio potrebbe accrescersi in modo netto, con una vittoria di dieci punti dell'avvocatessa su Giaccnetti, 55% a 45%. MILANO: Qui la situazione e' più fluida ed appare meno scontata. Giuseppe Sala il  candidato del Pd si attesta al 42% contro il 35%  di quello del centrodestra Stefano Parisi accreditato del 35% e comunque in ascesa. Al ballottaggio il distacco tra i due si accorcerebbe a soli quattro punti, 52% contro 48%, una forbice che lascia il confronto molto aperto,in attesa che i grillini, dopo il ritiro della candidatura di Patrizia Bedor, scelgano il loro candidato. NAPOLI: Per i sondaggi Luigi De Magistris potrebbe essere confermato per un secondo mandato, nonostante le tante polemiche durante la sua prima esperienza a sindaco. Qui le macerie sono del Pd, con i litigi tra Bassolino e lo stato maggiore del partito. Al primo turno De Magistris viene accreditato di un 34% che supera tanto Giani Lettieri del centrodestra al 28%, quanto i Cinque Stelle anch'essi dati al 28%, pur mancando ancora del loro candidato. Al ballottaggio De Magistis avrebbe facilmente la meglio su Lettieri, con un distacco di quasi 10 punti, 54% controlli 46%, mentre sarebbe apertissima la partita con il M5S, vengono dati in perfetto pareggio, 50% a 50%.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi