Per una volta Renzi sulla difensiva dopo la condanna di Verdini. Cosa c'entra il governo? Ma Bersani attacca in vista della direzione

. Politica

"Sono tutte strumentalizzazioni, perche' attaccare noi, quando sanno tutti che Ala (ndr. il gruppo parlamentare di Verdini) non e' in maggioranza e non ci entrerà? Se Verdini sarà condannato in via definitiva (ndr. e qui ci vorrà molto tempo, anni, perché questo processo andrà prescritto tra qualche mese, e gli altri quattro che lo aspettano devono ancora cominciare), pagherà, come e' giusto che paghino tutti. Ma cosa c'entra il governo?". E' la riflessione ad alta voce ai fedelissimi di Matteo Renzi, che per una volta si trova sulla difensiva dopo la condanna a due anni di Denis Verdini. E' una questione sulla quale non gli piace soffermarsi troppo, preferendo su questo delicato tema, per non gonfiarlo ulteriormente, evitare lo scontro, proprio alla vigilia della direzione del 21, che si presenta già tesa di per se. C'e' anche il referendum sulle trivelle, che tanto appassiona la sinistra del Pd e Vaticano (vorrebbero la vittoria del si' per evitare nuove trivellazione nel mare ad oltre 12 miglia dalla costa), mentre Renzi ha indicato per il suo partito l'astensione. Il tutto e' un po' come parlare del sesso degli angeli, perché in quanti andranno a votare in questo referendum? Il quorum sembra davvero impossibile. Ma tant'e' in direzione Pd sarà un tema caldo, come del resto Bersani ed i suoi non si lasceranno sfuggire l'occasione per un attacco in grande stile al segretario-premier sulle sue amicizie politiche. Quello che vanno ripetendo, e' "visto che non parlavamo di fantasmi?". A complicare la situazione ci pensa la Lega che intende presentare una mozione di sfiducia la governo su questo tema. Ed e' un modo per acuire le tensioni dentro il Pd, con la minoranza bersaniana che si troverebbe  di fronte ad un bivio: "difendere" Verdini o non dare la fiducia al governo.  Cosa quest'ultima scelta tra l'altro politicamente non praticabile. Ma sarebbe una pillola due volte amara da ingoiare, e per Verdini e perché a fargliela ingoiare ci avrebbe pensato Salvini. Tutto per i bersaniani da mettere sul conto finale del loro Matteo.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi