Renzi dopo i gufi alla guerra delle bufale, "la verità e' diversa dalla viralità", allucinante Casaleggio per cui "la viralità diventa realtà"

. Politica

Matteo Renzi ce l'ha con i gufi, quelli che pronosticano sventura ad ogni occasione. Ma ce l'ha anche con le bufale, probabilmente pensa che siano queste opera proprio dei gufi, che si dividono tra distruttori e portatori di malaugurio. "Adoro la bufala quando si tratta di mozzarella. Un po' meno - spiega il premier nella sua e-news settimanale - quando si parla di politica". "In questa settimana - prosegue - ho molto riflettuto su un incredibile elenco di falsità che circondano l'azione di governo e spesso l'immagine del paese. Per molto tempo ho pensato che la soluzione migliore fosse non rispondere. Forse pero' non e' la strategia migliore. Perché noto una strategia: alcune bufale-leggende metropolitane, costantemente ripetute, debbono diventare realtà. Qualche mese fa lessi una dichiarazione del leader del M5S, Gianroberto Casaleggio, in cui sosteneva la sovrapposizione di viralita' e verità: cio' che e' virale diventa vero. Per me tutto ciò e' allucinante. Di bufale ce ne sono tante, le affronteremo una alla volta. Una per una le smonteremo (come ad esempio, questo governo non e' eletto democraticamente, il referendum sulle trivelle, le pensioni di reversibilità, i tagli alla sanità, i tagli agli stipendi, i vitalizi e via dicendo…). Perché la realtà e' diversa dalla viralita'. E perché la realtà vince sulle bugie, magari ci mette un po di tempo. Ma poi vince la realtà".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi