Riforme, Renzi lancia la campagna per il si' "dopo 63 governi svolta radicale" e annuncia "12 maggio voto su Unioni civili"

. Politica

Matteo Renzi ha scelto la sua città, Firenze che lo ha lanciato sulla scena politica da protagonista, per lanciare la campagna per il si' al referendum costituzionale del prossimo ottobre. Ma ha anche fatto un annuncio per l'immediato, che interessa milioni di italiani "il 12 maggio votiamo la legge sulle Unioni civili, ed a naso penso proprio che servirà la fiducia". Se passera la nuova riforma costituzionale, le fiducie così frequenti non saranno più necessarie, perché ci sarà una sola Camera a decidere e un partito potrà, per la nuova legge elettorale, contare su una solida maggioranza. Il premier spiega: "Dopo ben 63 governi serviva una una svolta, ora sta per arrivare un cambiamento radicale". "Quando vai ai vertici internazionali - aggiunge - non fanno neanche in tempo a ricordarsi la tua faccia". "E' un grandissimo bivio tra l'Italia che che dice si' e quella che sa solo dire no", afferma il premier, pronto ad andare a casa in caso di sconfitta, "la rottamazione non vale solo quando si voleva noi…Se non riesco vado a casa…". Poi Renzi completa il suo messaggio: "State con l'Italia che dice si' al futuro, non solo alla riforma" e spiega che In Italia saranno costituiti 10mila comitati per il si' che saranno formati ognuno dalle 10 alle 50 persone, "perché fino ad ottobre serve una gigantesca campagna porta a porta per chiedere se si vuole riportare l'Italia a due ani fa o andare a testa alta verso il futuro". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi