Nogarin sindaco di Livorno del M5S indagato, il Pd si scatena "doppia morale a 5 stelle"

. Politica

Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin del M5S. e' indagato per la vicende legata alla società di gestione dei rifiuti. E si dice pronto a dimettersi nel caso che "durante le indagini preliminari emergesse una condotta contraria ai principi del movimento". Anche se al primo cittadino e' già arrivata una chiamata del suo leader Beppe Grillo che ha confermato la fiducia di tutto il vertice del M5S nei suoi confronti. L'avviso di garanzia e' stata recapitato al sindaco questa mattina alle11 ed e' stato lui stesso ad annunciarlo su Facebook. Passa poco tempo ed il Pd si scatena per la ghiotta occasione dopo avere dovuto subire la valanga di accuse dai pentastalleati per le indagini che a Lodi hanno portato all'arresto del loro sindaco per le piscine comunali. "Invece di andare a Lodi, forse Di Maio farebbe meglio ad andare a Livorno…Ha molto da fare da quelle parti. Doppia morale a 5 stelle", scrive su Twitter Roberto Rosato, capogruppo Pd alla Camera. Usa l'ironia anche il renziano Ernesto Carbone: "Di Maio, dopo Lodi passa da Livorno, c'e'posta per il M5S. Noi sempre garantisti, voi due pesi e due misure". "Ora il M5S scenderà in piazza anche a Livorno?", il commento del senatore Stefano Esposito. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi