Renzi apre la campagna per il Sì e ricorda che anche Berlinguer era per il monocameralismo

. Politica

Matteo Renzi ha aperto la campagna per il Sì al referendum costituzionale di ottobre sul quale si gioca tutto e lo ha fatto disegnando un paese ingovernabile in caso di vittoria del No e ricordando che anche Enrico Berlinguer si era pronunciato a favore del monocameralismo con il superamento del bicameralismo perfetto, quello che la sua riforma introdurrebbe. Da Bergamo, prima tappa di una campagna in prima persona che percorrerà tutta l'Italia, il premier e segretario pd ha detto chiaramente che se la riforma non passa "il paese tornerà ad essere il paradiso terrestre degli inciuci" perchè - ha spiegato - senza un partito che vince gli accordi si fanno in Parlamento (e lui e il suo governo - ha ammesso - ne sono un esempio). Le parole d'ordine della campagna sono 'BastaunSì' e 'Meno posti e meno costi' (perchè - ha sottolineato - la riforma farà risparmiare considerato che quello italiano è  il Parlamento più costoso, con 945 parlamentari e che così "si risparmieranno 315 stipendi". Quanto alla posta in gioco, Renzi ha ribadito che se perde se ne andrà. "Non voglio minimamente personalizzare questa battaglia. A chi dice il contrario - ha spiegato - dò due risposte: è vero. Ho detto che se ho perso vado a casa. Non lo dico a cuor leggero, i politici di solito non lo dicono. Io sono stato chiamato da un galantuomo che si chiama Giorgio Napolitano. Se gli italiani decidono di tenersi questo sistema com'è, è giusto che lo faccia senza di me. Loro la chiamano personalizzazione, io la chiamo responsabilità". Alla Stampa l'ex-segretario Bersani aveva eccepito sul collegamento vittoria del No-dimissioni del governo: "Renzi non dovrebbe dimettersi, ha detto, perchè un voto sulla Costituzione non può essere né un referendum sul governo né il laboratorio di un nuovo partito".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi