Stretta per i "furbetti del cartellino", stop stipendio e licenziamento in un mese. Renzi "Pacchia finita"

. Politica

Il governo in Consiglio dei ministri ha approvato un decreto, quindi immediatamente esecutivo (dovrà essere ratificato dal Parlamento entro 60 giorni)sui "furbetti del cartellino", cioè quelli che timbrano il badge e poi vanno in palestra, a passeggio, a fare la spesa, quando non addirittura unn secondo lavoro. 48 ore e scatta la sospensione, 15 giorni per difendersi ed altri 15 per completare l'iter disciplinare. Il dirigente che gira la testa dall'altra parte rischia oltre che il licenziamento anche il carcere. Renzi ha commentato: "Finita la pacchia" ed ha spiegato "Provvedimento cattivo, ma giusto". Sospensione sprint, ma segno alimentare fino alla decisione finale. Resta senza stipendio, ma al furbetto viene riconosciuto un "assegno alimentare" pari a meta' del salario. Il conto alla rovescia parte dal momento in cui il (presunto)fannullone viene scorto e messo al corrente dell'azione disciplinare. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi