Virginia Raggi "Momento storico, hanno vinto i romani. Sono pronta". Il Pd ammette i ko a Roma e Torino, venerdì la direzione

. Politica

"Un momento storico, hanno vinto i romani": così Virginia Raggi nella sua prima dichiarazione dopo il trionfo elettorale a Roma. La prima sindaca della capitale, visibilmente emozionata, ha ringraziato chi l'ha votata, chi l'ha aiutata e chi l'ha lanciata (Grillo, Gianroberto Casaleggio e tutto il Movimento), si è detta "pronta a governare" e ha promesso che sarà il sindaco di tutti i romani anche di quelli che non l'hanno votata. Ha concluso affermando di voler "mettere un punto" a tutte le polemiche di questi giorni e anche sui "vili attacchi" subiti dai suoi avversari politici nelle ultime ore di campagna elettorale. Da parte sua il Pd ha diffuso una nota di analisi del risultato dei ballottaggi. Ha ammesso i Ko subiti a Roma e Torino dai Cinquestelle, si è consolato, ma poco, con le vittorie a Milano e Bologna di Sala e Merola contro le destre. Ma ha riconosciuto che questo voto locale ha dato anche "indicazioni nazionali" su cui è necessario riflettere. E quindi si è dato appuntamento per venerdì 24 giugno, data in cui è stata convocata la direzione, una tappa delicata in cui non è difficile prevedere che la minoranza interna metterà sulla graticola il segretario e premier Matteo Renzi. Una sconfitta netta e senza attenuanti a Roma e Torino contro le candidate M5s - dice la nota del Pd - e una vittoria chiara e forte a Milano e Bologna contro i candidati delle destre". "Il quadro nazionale, invece - si prosegue la nota del Nazareno - è molto articolato. Perdiamo alcuni comuni dove abbiamo governato a lungo e vinciamo in altri comuni dove da vent'anni la destra era maggioranza. La Lombardia, per esempio, vede per la prima volta tutti i comuni capoluogo ormai a guida pd. Vinciamo da Varese a Caserta, in zone per noi difficili. Ma resta l'amaro in bocca - conclude la nota - per alcune sconfitte molto dure, da Novara a Trieste. È dunque evidente il dato frastagliato del voto territoriale, dato che contiene peraltro anche alcune indicazioni nazionali su cui la direzione nazionale del Pd rifletterà il prossimo venerdì 24 giugno, a partire dalle 15. A tutte e tutti i sindaci i migliori auguri di buon lavoro da parte del Pd".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi