Renzi,"Non e' voto di protesta ma di cambiamento, Pd rifletta dopo la netta vittoria del M5S"

. Politica

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/matteo-renzi.jpg'
There was a problem loading image 'images/matteo-renzi.jpg'

"Non e' un voto di protesta, ma di cambiamento", ed ancora "la franchezza porta a dire che c'e' un elemento politico nazionale molto forte che esce dai ballottaggi. E' la vittoria di 5Stelle contro il Pd , in quasi tutti i comuni dove il M5S si e' presentato. Vittoria netta e indiscutibile. Ma non drammatizziamo, ne' minimizziamo". Lo afferma Matteo Renzi, in conferenza stampa. Il premier augura buon lavoro a tutti i nuovi sindaci a partire da Virginia Raggi, che ha trionfato a Roma. Nonostante l'evidente tensione Renzi, da buon toscano, si lascia andare anche ad una battuta: "Il popolo in alcune citta', ha dato un messaggio che deve fare riflettere il Pd, riflessione che faremo nella sede del partito e non a palazzo Chigi. E' stata convocata la direzione dem per venerdì 24 giugno, giorno di San Giovanni che, si dice a Roma, non vuole inganni". Renzi prosegue poi nella sua analisi: "Ha vinto chi ha interpretato meglio l'ansia di cambiamento e non chi ha giocato sui sentimenti di rabbia contro l'Ue o contro l'immigrazione con atteggiamenti populisti". Anche se non lo dice esplicitamente il concetto e' molto chiaro, ha vinto la proposta di cambiamento del M5S ed ha pperso la protesta populista della Lega. Naturalmente oltre al Pd.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi