"Monti sbaglio' a pagare 3 miliardi alla Morgan Stanley", per la Corte dei Conti fu un errore e chiede il risarcimento

. Politica

La Corte dei Conti ha chiesto all'agenzia finanziaria Morgan Stnaley di restituire tre miliardi di euro che il governo Monti verso' per chiudere il contenzioso dei derivati, quei titoli tossici, che inquinarono il sistema bancario. L'operazione datata 2012 fu fatta su quei titoli che erano stati usati dal governo Prodi per entrare nell'euro, 10 anni prima. Monti come si ricorderà arrivo' a palazzo Chigi di tutta fretta chiamato da Napolitano per sostituire Berlusconi subito dopo essere stato nominato con altrettanta rapidita' in una notte senatore a vita. Molti i suoi atti che non tutti apprezzeranno e che anche oggi continuano a non apprezzare a partire dal premier Matteo Renzi, che nei giorni scorsi, ha indicato proprio in Monti e nella sua ricetta recessiva il cancro che sta divorando il sistema bancario italiano. Tra le misure più impopolari del governo Monti ci fu la reintroduzione delle tasse sulla casa e soprattutto l'intervento sulle pensioni che ha messo sul lastrico migliaia di esodati.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi