New York Times e Guardian, la Raggi "spegne" i sogni nazionali del M5S

. Politica

Propio nel giorno in cui i cinquestelle sembrano deporre i loro sogni di vittoria, comunque legati all'attuale legge elettorale maggioritaria con premio di maggioranza e ballottaggio, proponendo un ritorno alla prima Repubblica con un proporzionale puro, gli autorevoli quotidiani New York Times e Guardian accendono il faro sulla "paralisi amministrativa" di Roma e sul "fallimento", almeno al momento, di Virginia Raggi. Ma c'e' di più, secondo i due giornali, l'impatto negativo della sindaca possono avere un immediato effetto sull'ascesa del M5S a livello nazionale. Di più, il caos in Campidoglio potrebbe avvantaggiare il premier, Matteo Renzi, in vista del referendum. Il New York Times e' perentorio nel sottolineare che la Raggi "appare in affanno" e ricostruisce gli ultimi tribolati mesi della prima cittadina. Insomma sembra essersi infiacchita l'aspirazione anti establishment del M5S. Per Il Guardian "il caos nella capitale potrebbe giocare un effetto domino sulla stabilita' politica del paese e influenzare il voto sul referendum. Secondo il quotidiano britannico cambia lo scenario in Italia e Renzi rimane quasi senza rivali vista la crisi della destra e il fatto che le difficoltà della Raggi potrebbero spingere gli italiani a riflettere se i cinquestelle siano davvero pronti a guidare la nazione. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi