Beppe si riprende il M5S "Il capo politico sono io"

. Politica

Da comico Beppe era passato a fare il politico sull'onda dell'idea mediatica di Gianroberto Casaleggio, poi aveva fatto un passo di lato ed era ritornato a fare spettacoli, ora ci ripensa e vuole fare il leader del movimento a tempo pieno. Per un momento, almeno stando a certe ricostruzioni di fuoriusciti dai cinquestelle, avrebbe anche temuto di perdere ogni potere in favore della gioventù emergente, anche se litigiosa e rissosa, ma sicuramente ambiziosa. Comunque anche grazie ai pasticci dei suoi sembra avere rimesso le cose al posto giusto e vuole tenercele. La certezza vuole essere solo lui, come ai bei tempi, con i suoi vulcanici "vaffa". Grillo a Palermo per la festa del movimento all'uscita dal suo albergo viene circondato dai giornalisti: "Stasera spezzeremo il circo mediatico, faremo una cosa bellissima. Inaugureremo, stasera, una seconda fase del movimento. Lo vedrete". Il titolo e': "M5S, parte la fase due". E a proposito di svolta Grillo vuole ben fare capire chi comanda: "Se devo fare il capo politico, lo faro'. Io ci sono e a tempo pieno". Con un preciso obiettivo: "Voglio vincere le elezioni e dimostrare che possiamo governare Torino, Roma, Livorno…anche con gli sbagli che abbiamo fatto. E ci serve questa storia, ci serve e ci da' gli anticorpi".  Poi spiega ancora: "Io faro' il capo politico, prenderò delle decisioni, perché alfine qualcuno deve prendere delle decisioni. Prima le prendeva Casaleggio e le predavamo insieme, era diverso. Adesso sono solo. "Ci sono a tempo pieno, nessun passo di lato"

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi