Berlusconi vola a New York. Gli auguri di D'Alema e l''omaggio delle sue tv "neutrali" per ordine sul referendum

. Politica

Berlusconi e' stato omaggiato per quelli che lui ha definito "i miei primi ottant'anni"  da numerosi politici tra i quali, uno dei suoi principali avversari dei tempi d'oro, Massimo D'Alema "Non credevo, e parlo da politico professionale che ha fatto politica per tutta la vita che si potesse diventare politico di razza anche venendo da un altro mestiere. E lui ha saputo farlo. Credo che questo, detto da me, sia il miglior complimento che gli possa fare". Poi sulle sue televisioni per tutta la giornata si sono alternati brevi spot di auguri al presidente da parte di volti noti dello sport e della tv. Proprio le sue tv sembrano essere state istruite a mantenere una sorta di neutralità sul referendum. Anzi l'impostazione generale come del resto anche la tv di Stato appare favorevole al si', tanto caldeggiato da Matteo Renzi. Insomma il premier sembra impegnato ma non troppa a favore del fronte del no. E' come se un generale non schierasse per la battaglia le sue truppe corazzate, ma solo la fanteria. Per di più un po' leggerina. Si vedrà… ma lo stesso ex premier ha più volte confidato di temere che Grillo si intesti una eventuale vittoria del no. Cosa senz'altra primaria rispetto alla soddisfazione di battere "quel bulletto", che e' meglio che duri. Infatti la grande speranza di Berlusconi si chiama Strasburgo, dove la Corte dei diritti dell'uomo si riunirà per deciderà sulla sua candidabilita' dopo la condanna in Italia per frode fiscale. Questo pero avverrà solo a primavera inoltrata e se per caso Renzi dovesse cadere prima, con probabili elezioni anticipate, lui sarebbe fuori dai giochi ( anche se fosse assolto per motivo di tempi) per prendersi la rinvilita di tornare in Parlamento.  Intanto e' voltato a New York, "per affari" ha precisato, una missione americana per incontrare Murdoch. Con l'ipotesi in mano di un accordo tra Mediaset e Sky dopo il fallimento della vendita di Premium a Vivendi. Il Cavaliere ha voluto fugare i dubbi avanzati: "Non preoccupatevi sto benissimo. La verita' e' che vado in America per affari". Berlusconi ben sapeva che erano circolate voci sul suo stato di salute che lo avrebbero convinto a consultare degli specialisti americani. Il suo primo appuntamento dopo gli ottant'anni e' sul suolo americano, subito dopo la festa in famiglia. Nel menu' niente pesce ma tutto a base di tartufo bianco. Un'assoluta primizia

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi