Aria da "tempesta perfetta" con molte incognite. "Silenzio" di Berlusconi "cartina di tornasole" di nuovo accordo con Renzi?

. Politica

Non solo la terra continua a tremare in Italia, anche il governo ed il Pd tremano pensando alla sentenza sul ricorso di Onida che potrebbe fare slittare il referendum. Fosche nubi si addensano sulla politica italiana. Colpa anche dei mercati che sono in continua fibrillazione in attese di certezze che tardano ad arrivare. A pesare influiscono anche vicende in cui nulla può l'Italia come la rimonta di Trump, che disegna scenari complessi ed imprevedibili. Ma anche l'instabilita' interna, dovuta a fattori imponderabili come il terremoto, ed interna, come i conti che non tornano e l'incertezza sul referendum, addirittura se si andrà a votare o meno, complicano il quadro generale. Secondo Sallusti, direttore del Giornale, c'e' una cartina di tornasole "quasi infallibile" per misurare il termometro politico, il "silenzio" di Berlusconi. "Quando il Cavaliere si defila - scrive - e limita le sue dichiarazioni al minimo indispensabile. vuole dire che sta accadendo qualcosa di davvero importante. Berlusconi fiuta l'aria meglio di chiunque altro, su questo e' davvero imbattibile e glielo riconoscono persino i più accaniti oppositori". Poi: "Così mentre tutti o quasi si sbilanciano su questo o quello, litigano in tv praticamente su tutto, lui con il pensiero e' già oltre, a un dopo troppo delicato per essere svelato bruciato per un titolo su un giornale". Il problema di fondo e' che ci arrovelliamo con sondaggi ed indiscrezioni su tutti i piu' delicati temi, ma la risposta giusta non esiste, perché non si sa cosa accadrà, se vincera' la Clinton o Trump, se si voterà, ed in caso affermativo, se sarà Renzi prevalere o a finire nella polvere e probabilmente a dovere lasciare anzitempo palazzo Chigi. Potrebbe anche avvenire quella sorte di "tempesta perfetta", che tante volte ha aleggiato sulle sorti della penisola. Il quadro politico ed economico potrebbero subire forti scossoni di alta magnitudo. Per evitare un caos possibile, servirebbero soluzioni valide in ogni caso, a prova di ogni evento. Ma sono solo gli statisti, che a differenza dei politicanti, sanno costruirle. Allora viene il sospetto che nel silenzio di Berlusconi ci sia  l'indizio che dietro le quinte i lavori siano in corso. Con chi? Ovviamente con l'unico che, se ancora statista non e', certamente può  diventarlo, ovvero Matteo Renzi. Senza inciuci e senza inganni, i due sarebbero, forse, gli unici a potere trovare insieme risposte convincenti per superare anche l'eventuale tornado. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi