Renzi sconfitto: i Cinquestelle chiedono elezioni subito. Di Maio "Oggi ha perso l'arroganza al potere, noi pronti a governare"

. Politica

Dopo le dimissioni annunciate di Renzi i Cinquestelle hanno chiesto "elezioni subito". Lo hanno fatto in una conferenza stampa alla Camera in cui, estremamente soddisfatti per la vittoria del NO, hanno ringraziato gli italiani che hanno bocciato la riforma costituzionale voluta dal governo. Elezioni subito, quindi con l'attuale Italicum per la Camera, al netto delle correzioni che farà la Corte costituzionale, e per il Senato prevedendo correttivi su cui a loro giudizio è possibile raggiungere un accordo in breve tempo. Al voto subito - hanno detto Di Maio, Di Battista e Crimi - "per battere la voglia che tanti hanno in questo Parlamento di far proseguire comunque la legislatura per arrivare a tagliare il traguardo dei 4 anni e 6 mesi che darebbero diritto a vitalizi e pensioni d'oro". "Ha perso l'arroganza al potere" ha detto Luigi Di Maio "l'uomo solo al comando non esiste più. Elezioni subito e noi siamo pronti a mettere in pratica, ad attuare, tutto ciò che serve per arrivare alle future elezioni politiche. E a governare col voto degli italiani. la parola va data a loro".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi