La "rivincita" di Renzi, elezioni subito, spiegata da Alfano a Porta a Porta

. Politica

Angelino  Alfano, da  dellfino di Berlusconi a spalla di Renzi, tipo i film di Toto' e Peppino De Filippo, spiega, fortunatamente in modo molto semplice, la strategia di Renzi. Che e' anche apprezzabile. Andare al voto al più presto, con questa legge elettorale oppure con modifiche, se ci sarà la volontà  del Parlamento. O in ultima  analisi con le modifiche che apporterà la Consulta. E questo appare il caso più probabile. Insomma Renzi cerca la rivincita secca, subito. In una partita secca dove se la vedrà con Berlusconi oppure con Grillo. Alfano ha detto chiaro che bisogna andare al voto al più presto, e sicuramente e' l'idea di Matteo Renzi. Che fara' poi lui, e i Verdini di turno, sarà tutto da vedere. Renzi gli avra' sicuramente promesso di inglobarlo nella sua maggioranza. Ma finora sia lui che Verdini hanno portato una tremenda sfiga politica. E la sfiga in politica e' molto, ma molto pericoloso. Anche le superstizioni contano molto nei palazzi. Di episodi ce ne sono tanti, dal socialista che non si voleva neppure nominare (un giornalista che ci rideva su' al suo nome si verso' un caffè su un vestito bianco appena indossato), al primo ministro di allora, non si diceva ancora premier, (un dc, Mariano Rumor, che aspetto' un altro aereo, perché sul suo era salito un suo famoso collega con la triste fama di iettatore. Renzi per ora sta li', per approvare la legge di Stabilita come richiestogli da Mattarella. Giusto o sbagliato? Giusto per un verso, ma con una domanda. Perché si deve approvare di tutta furia, la manovra economica del paese, riducendo la possibilità di alcuni utili ritocchi? Magari, anzi quasi  sicuramente mettendo la fiducia. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi