Ex deputato Napoli "arrestato in nome del popolo" davanti alla Camera. Polizia imbambolata, poi interviene

. Politica

Uno sconcertante ed inquietante episodio si e' svolto oggi davanti alla Camera e di fronte a diversi agenti, che all'inizio sono rimasti imbambolati, senza ben sapere che cosa fare. Osvaldo Napoli, lungo corso politica e ex deputato di FI, anche candidato a sindaco sempre di FI a Torino, nelle ultime elezioni, e' stato accerchiato davanti a Montecitorio da una decina di persone aderenti al movimento di "Forconi". Al grido in "nome del popolo" procediamo al suo arresto. Subito Napoli aveva pensato ad uno scherzo, magari di essere incappato in "Scherzi a parte", e così ha anche risposto sorridendo alle domande di chi lo circondava. Ma presto la situazione e' degenerata. Mentre l'ex parlamentare, visibilmente impaurito, cercava di liberarsi, i "Forconi" lo strattonavano, immobilizzandolo. Solo il tardivo intervento dei carabinieri e' riuscito a liberare Napoli dalla morsa dei suoi aggressori. Napoli si e' rifugiato in un bar. "Neanche sapevamo chi fossi - ha spiegato - avrebbero fermato il primo che gli capitava. Sono dei delinquenti". Alcuni degli attivisti sono stati fermati e portati in commissariato. Undici sono stati denunciati. Tutta la scena e' stata appositamente registrata, caricata su Youtube e pubblicata su Facebook con la scritta: "I Forconi arrestano il primo politico". La sicurezza davanti alla Camera ha fatto un bel buco.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi