Svolta europea di Grillo, molla Farange per i liberali

. Politica

Dopo la svolta garantista anche quella europea di Grillo che molla l'Ukip, il partito di ultra destra creato da Farange e abbraccia i liberali dell'Alde. La base e' in subbuglio, molti i commento critici all'operazione che comunque come sempre verra' votata dal web. Ma come consueto non c'e' dubbio su quale sarà il risultato. Al massimo sarà da vedere in quanti parteciperanno alla votazione. Con il popolo grillino in costante calo nelle consultazioni su decisioni importanti. In Europa i rapporti tra il M5S e la destra di Farange, con la quel i cinquestelle erano alleati, era da tempo tesi anche a causa del rinnovo delle cariche previsto a dicembre. E adesso si e' arrivati alla svolta, all'addio. Con lo straordinario successo nel referendum sulla Brexit, Farange ha raggiunto il suo obiettivo politico, uscire dall'Europa. Farange ha già abbandonato la leadership del suo partito e gli eurodeputati inglesi abbandoneranno il Parlamento europeo nella prossima legislatura. Fino ad allora resteranno impegnati a valorizzare la scelta degli inglesi. I parlamentari del M5S sono sorpresi, anche dalla rapidità di Grillo (oggi urne aperte senza alcun preavviso, fino a domani): "Meglio soli che male accompagnati". Quanto ai Verdi con i quali era stata precedentemente aperta una trattativa dal leader del movimento in persona e' giunto un cortese quanto secco no."Con noi nessun accordo per le loro posizioni su immigrazione, integrazione europea e le relazioni con la Casaleggio associati". Duro il commento del deputato M5S, Carlo Sibilia, ex componente del direttivo, che su Facebook definisce Alde come "il gruppo più europeista e federalista esistente al Parlamento europeo". Matteo Salvini, il leader leghista, non ha rinunciato ad un suo commento: "Che tristezza passare dalle barricate alle poltrone".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti: