Emiliano "Renzi anaffettivo napoleonico" e vuole "recuperare" Rossi e Speranza. Verso una mini-scissione?

. Politica

"Rimango nel Pd perche' Renzi era felice che me ne andassi. Alle primarie posso batterlo anche con i voti degli scissionisti. E riunificherò il partito. D'Alema? L'Italia ha bisogno di una sinistra forte, non di una presenza di testimonianza. Renzi? E' anaffettivo, ma agli scissionisti manca tutto: struttura, tesi e perfino il nome". Con queste parole Michele Emiliano spiega in un'intervista al Corriere la sua scelta di non seguire Bersani & compagni nella loro avventurosa scissione ed invece di rimanere per essere lui a sfidare Renzi alle prossime primarie, che decideranno il segretario del Pd, che sarà poi anche il candidato del partito o della colazione di centrosinistra per le prossime elezioni. Su Renzi il giudizio di Emiliano e' duro: "Alza la voce, urla. Maltratta gli avversari interni. Ma certo io, vecchio magistrato di frontiera, che ne ha viste di ogni colore, non mi lascio intimidire. Ma devo riconoscere che Bersani aveva ragione, Renzi non solo aggredisce e' pure anaffettivo. Napoleonico. La differenza con lui e quasi antropologica". Nell'intervista il governatore ha anche spiegato il perché del soprannome di Renzi "Il Bomba": "Lo chiamano così non perché dica bugie, ma perché le spara grosse, con superficialità". Come primo compito Emiliano si pone il "recupero" di Rossi e Speranza. E sul Messaggero ne spiega il motivo: "Rossi e' il governatore della Toscana, una delle regioni meglio amministrate ed e' uno dei politici più giovani e bravi. Uno dei pochi quarantenni (ndr. ogni riferimento e' puramente casuale?) con la schiena diritta. Anche Speranza e'giovane e bravo. Sono entrambi molto importanti e io voglio recuperarli. E' anche nel loro interesse". E' iniziata una campagna d'acquisti all'inverso. Prima erano gli scissionisti a cercare adesioni. Ora Emiliano sta tessendo la sua rete. E pare avere buone prospettive di successo. Molte sono le defezioni tra bersaniani isolati. E sulla periferia e' pressing a tutto campo. Le cifre degli scissionisti si stanno assottigliano di giorno in giorno. Se Emiliano riuscisse veramente a recuperare Rossi e Speranza per Bersani sarebbe l'ennesima sconfitta della sua carriera. Una beffa nella beffa dopo avere malamente peso la "Ditta". Si potrebbe davvero parlare di "mini-scissione"

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi