Roma, il 'ragionier Grillo' fa due conti: "Questa è una bomba atomica, dateci una mano tutti...anche Bergoglio"

. Politica

"Roma non è una città normale", dice Beppe Grillo in un lungo post sul suo blog a conclusione della sua visita nella capitale. Roma è una bomba, "una bomba atomica" e non si può pretendere dal Movimento 5 Stelle, dalla Raggi, che i problemi di Roma vengano risolti se per primi i romani - e anche il papa, dice - non si convinceranno a dare tutti una mano. "Chi ci ha dato il voto deve collaborare, se non facciamo insieme queste cose non ce la faremo mai, qua" dice Grillo nel post rivolto ai quiriti intitolato 'La situazione di Roma spiegata dal ragioniere Giuseppe Grillo' partendo dall'assunto che Roma "dovrebbe essere la capitale d'Italia" ma non lo è. "Tutte le capitali del mondo hanno una legislazione da parte dello Stato, privilegiata, con finanziamenti privilegiati, perché qui sono le ambasciate, ci sono i flussi del Vaticano, ci sono milioni di turisti, non è che puoi trattarla come una città normale...Non è possibile che per qualsiasi investimento tu debba passare attraverso la Regione Lazio! La Regione Lazio decide se fare o non fare una struttura da un milione di metri cubi, e il Comune deve subire questa roba. Dobbiamo avere avere una legislazione dello Stato che dica effettivamente se Roma è la città Capitale d'Italia. Così, non c'è". E ancora: "Io vi dico due cifre perché sono un ragioniere: abbiamo un bilancio di 4,5 miliardi in questa città, di spesa sono destinati agli investimenti solo 236 milioni. Milano destìna agli investimenti 10 volte di più". Roma, prosegue il ragionier Grillo "è la città più grande d'Europa, dopo Londra credo sia la più estesa d'Europa, ha 8560 km di strade, Milano ne ha 1700, hai voglia a mantenere il verde, l'illuminazione, le buche... 8560 km, Milano 1700! Destìna Milano ad ogni chilometro delle sue strade un milione e mezzo di euro, qui a malapena sono 130 mila a km. Quel debito (15 miliardi, ndr) è un'allucinazione, è metafisica, perché ce l'hai a prescindere, ce l'hai già... Il discorso che voglio fare io è che qui o si diventa Capitale sul serio, perché non puoi avere lo Stato che è di un partito, la regione di un altro partito, il Comune di un altro partito, è chiaro che si blocca tutto". Quindi, scrive Grillo, "cosa pretendete dal M5s e dalla Ragg? "O ci date una mano tutti... ci dovete dare una mano tutti: non è che possiamo tenere 8560 km di strade perfetti, senza buche, dovete diventare anche voi, purtroppo con le tasse che pagate, sindaci dei vostri 10 metri quadri...Se non facciamo insieme queste cose non ce la faremo mai, qua". E conclude: "Questa è una bomba atomica", appellandosi, a modo suo, anche al papa invitato a "dare una mano". "Bergoglio ha dichiarato che vorrebbe pagare l'IMU: Bergoglio ti prego, mi hai già copiato tutto il programma, ora cerca di dare una mano a questa meravigliosa città. E' anche giusto che tu partecipi, e ti daremo dei premi, ti faremo delle belle cose, ma dai una mano per favore Bergoglio, abbi pazienza...".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi