Alla fine il Pd ha deciso, primarie il 30 aprile

. Politica

Tra chi voleva anticiparle all'inizio di aprile per poi attestarsi sulla trincea del 23 (Renzi e i suoi) e chi chiedeva di tenerle il più tardi possibile, indicando il 7 maggio (Emiliano e Orlando) ha prevalso un compromesso che alla fine, dopo qualche momento di tensione, ha accontentato - ma questo verbo è un eufemismo - tutti: le primarie del Pd si terranno il 30 aprile, dalle 8 alle 20. Chi si recherà alle urne, nei circoli o nei gazebo, per scegliere il nuovo segretario dovrà dichiararsi elettore del Pd e versare 2 euro. Lo ha deciso la commissione congressuale sembra all'unanimità poi il responso è stato portato in direzione dove il vice-segretario Guerini ha dato l'annuncio. Per candidarsi alle primarie c'è tempo fino alle 18 del 6 marzo. Il 7 maggio è la data indicata per l'eventuale ballottaggio o per l'assemblea per la proclamazione del nuovo segretario. Il 9 aprile si terrà la Convenzione nazionale programmatica.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi