Renzi "Vogliono farmela pagare, ma hanno sbagliato i conti", e stacca tutti nei sondaggi. E' quasi al 70%

. Politica

Bolla come un'accusa ridicola quella di avere messo in piedi un sistema di potere, il cosiddetto Giglio magico, perché spiega che la sua forza che poi e' anche la sua debolezza e' quella di essere sempre stato fuori "da certi ambienti della Roma politico-burocratica". Semmai dice, vogliono fargliela pagare "per i padrini che non ho e non ho mai avuto". Matteo Renzi si sfoga in un'intervista alla Stampa, nella quale sostiene che pero' hanno sbagliato i conti, perche lui a fronte del momentaneo indebolimento, non ha certo perso ne' la sua proverbiale grinta e tantomeno l'energia che lo ha sempre accompagnato nella sua ascesa politica. Altro che Giglio magico: "Quattro o cinque toscani quarantenni o giù di li', questo sarebbe il mio sistema di potere? Non male come accusa, soprattutto in un paese che ha vissuto per vent'anni il clamoroso conflitto d'interessi di Berlusconi", afferma. Poi parla delle prossime primarie: "Vedremo due film, ll voto dei circoli, dove mi dicono che Andrea Orlando sia forte, e quello ai gazebo, dove invece potrebbe andare bene Michele Emiliano. Vedrete che saranno primarie belle e piene di passione, nonostante la quantità di odio che sento in giro. Ma il nostro 'assalto al cielo' piace ed emoziona tutti". Le primarie dovrebbero essere delle belle primarie per Matteo Renzi, perché nonostante la sconfitta al referendum e tutte le polemiche riguardante il padre, viene dato largamente vincente, vicino al 70%. Lo seguirebbe al ballottaggio, secondo i sondaggi, Michele Emiliano, meno forte di Orlando all'interno del partito, ma avvantaggiato  come "anti.sistema" dalla primarie aperte. Ad Emiliano andrebbe poco oltre il 20% mentre Orlando sarebbe buon terzo al 15%. Per la piazza d'onore comunque la battaglia  e' tutta aperta e molto dipenderà dalla campagna elettorale. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi