Consip, anche gli scissionisi di Bersani presentano mozione contro Lotti

. Politica

Anche gli scissionisti di Bersani che hanno dato vita al Mdp, presentano una mozione in Senato contro il ministro Luca Lotti, indagato per rivelazione del segreto istruttorio nella vicenda Consip che vede imputato per traffico di influenze anche il babbo di Renzi, Tiziano. Il documento presentato a palazzo Madama sottolinea che fatta salva la presunzione d'innocenza  "non e' necessario attendere che la giustizia faccia il suo corso per rendersi conto di come nella vicenda Consip la commistione tra affari e politica abbia dato luogo ad un intreccio dannoso per l'autorevolezza e la rispettabilità delle istituzioni". Mpd chiede al premier Gentiloni di sospendere le deleghe al ministro dello Sport Lotti.  La mozione chiede la "sospensione" delle deleghe, abbracciando una linea più prudente rispetto a quanto chiesto in un primo omento dagli scissionisti. Infatti sia Cuperlo che aveva chiesto a Lotti di fare un "passo di lato", sia Speranza, lo avevano apertamente invitato alle dimissioni per ragioni di "opportunità politica". Si tratta comunque di un nuovo atto di guerra all'interno della sinistra contro Matteo Renzi che nel suo discorso al Lingotto, dove ha riproposto la sua candidatura alla guida del Pd, ha chiaramente detto che  "giustizia non e' giustizialismo", invitando ad attendere l'esito delle inchieste e di eventuali processi, sempre se ci saranno.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi