Berlusconi , sentenza definitiva di Strasburgo tra luglio e settembre

. Politica

Segnali positivi per Silvio Berlusconi da Strasburgo. La Corte europea dei diritti dell'uomo che dovrà pronunciarsi sulla sua decadenza da senatore ha deciso che la sentenza verra' pronunciata dalla Grande Camera. Cosa vuole dire questo? La Grande Camera e' formata dal presidente della Corte, dai vicepresidenti e da altri quattordici giudici per un totale di diciassette membri ed esamina solo i casi particolarmente importanti, anche per le ricadute. Nell'entourage dell'ex premier sono convinti che alla fine i giudici daranno ragione al Cavaliere ed il fatto che sia la Grande Corte a pronunciarsi e' visto con favore, perché la sentenza sarà così inappellabile. E se gli sarà data ragione Berlusconi potrà ricandidarsi come leader del centrodestra. La sentenza definitiva e' attesa tra luglio e settembre. Anche per questo il Cavaliere temporeggia sulla legge elettorale nel timore di elezioni anticipate che lo escluderebbero dalla contesa per ragione di tempi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi