Boschi chiese a Unicredit di comprare la banca del babbo. M5S "Dimissioni subito"

. Politica

"Dimissioni subito". Lo chiede il M5S all'attacco dopo le rivelazioni di Ferruccio De Bortoli sul pressing della sottosegretaria Maria Elena Boschi per fare comprare la Banca Etruria, quella del babbo, ad Unicredit. "E' gravissimo quanto scritto da Ferruccio De Bortoli nel suo ultimo libro. Se corrispondesse al vero, la Boschi dovrebbe dimettersi immediatamente". Lo chiedono i cinquestelle sul blog di Beppe Grillo. Ancora: "E' la scossa che abbatte un castello di bugie alle quali non abbiamo mai creduto"". "Se non si dimetterà la costringeremo ancora una volta a venire in aula con una mozione di sfiducia. Il M5S non molla", dicono congiuntamente Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio. L'ex direttore del Corriere Ferruccio De Bortoli, nel suo libro poteri forti  (o quasi)" parla dell'allora ministra per le Riforme nella vicenda banca Etruria, della quale il padre era vicepresidente. La ministra, secondo quanto scrive De Bortoli, chiese all'allora amministratore delegato di Unicrediti, Federico Ghizzoni, di valutare una possibile acquisizione della banca aretina. Il M5S sta valutando anche l'idea di presentare un esposto penale nei confronti della Boschi. Il Pd replica secco: "I M5S pensino a governare a Roma e non a fare i Pm"". "E' vergognoso e strumentale l'attacco alla Boschi teso unicamente a coprire i disastri di Roma o l'inchiesta delle firme false a Palermo. Si occupino dei problemi della gente e non di fare gli aspiranti pm visto che non hanno ne' i criteri morali ne' le capacita giuridiche", sostengono i dem. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi