Gesù non perdona chi tocca i bambini, per Maometto erano merce di scambio. Arrivo' 50enne a sposare una bimba di 6 anni

. Politica

I bambini, l'amore per loro, il grande rispetto. Per noi e' cosi', un valore assoluto. Ma non sempre e' stato così. Non erano visti ne considerati allo stesso modo dal Vangelo e dal Corano. Gesù non perdona chi tocca i più piccoli. Spiega Rino Camillieri sul Giornale "Marx non era tenero con la religione ("oppio dei popoli") e nel cristianesimo vedeva al massimo il momento dialettico di passaggio dal mondo antico a quello medioevale. Ma di una cosa gli era grato: di avere insegnato ad amare i bambini. Noi occidentali siamo ormai abituai a blandirli, coccolarli, vezzeggiarli, perché non riusciamo ad immaginare che un tempo non fu così". Quando gli Apostoli videro il Maestro abbracciare i bambini, mentre loro cercavano di scacciarli, perché chiassosi, furono presi dallo sconcerto. Che aumento' quando Gesù li abbraccio' e li indico' come esempio anche per loro. Lo sbigottimento dei seguaci di Cristo raggiunse il culmine quando si sentirono riprendere con parole dure che se non rispettate valevano il non perdono. Gesù, così misericordioso, minaccio' le più gravi sanzioni per chi dovesse osare toccare i più piccoli "Una mola d'asino al collo e giù nel mare". Ben differente l'atteggiamento di Maometto che considerava i bambini, così come le donne, essere inferiori, "merce" da scambiare e di cui l'uomo-padrone poteva farne l'uso che voleva. Magdi Cristiano Allam, sempre sul Giornale, spiega come Allah nel Corano "equiparava figli ai beni materiali e li concepisce come una 'tentazione' (anche sessuale) che allontana i fedeli dalla vera fede". "Nelle razzie effettuate da Maometto per depredare le carovane nel deserto o sottomettere le tribù arabe politeiste, ebraiche o cristiane, venivano subito uccisi gli uomini, mentre le donne ed i bambini, in quanto esseri inferiori, venivano venduti al mercato degli schiavi dopo averne abusato sessualmente, erano parte integrante del bottino alla stregua delle bestie, dei terreni e degli oggetti materiali".  La considerazione che Maometto ebbe dei bambini raggiunse il suo apice quando a 50 anni , sposo Aisha, di appena 6 anni, che divenne la sua moglie prediletta. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi