No allo straniero, Tar annulla nomina dei 5 direttori esteri nei musei. Franceschini "figuraccia davanti al mondo"

. Politica

Nuova polemica tra la magistrature ed il governo. A sorpresa il Tar ha annullato la nomina dei 5 direttori stranieri nei musei italiani. Cosa che fu decisa dal governa italiano su proposta del ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini che e' rimasto allibito: "Che figuraccia davanti al mondo"". E parte subito il ricorso alla Corte dei Conti. "Il mondo ha visto cambiare in 2 anni i musei italiani ed ora il Tar del Lazio annulla la nomina dei 5 direttori. Non ha parole, ed e' meglio…", dice Franceschini commentando la notizia, che e' stata anticipata dal Sole 24 Oe. Secondo il quotidiano economico "il Tar ha ritenuto che non ci fossero le condizioni per aprire le selezioni a candidati internazionali e sette direttori dei 20 dei super-musei sono stranieri". Anche Matteo Renzi e' intervenuto sulla vicenda spiegando: "Abbiamo cercatori dare all'Italia un futuro ma anche di custodire il meraviglioso passato che conosciamo. Una delle scelte di cui sono e resterò più orgoglioso e' di avere dato ai più bravi la possibilità di concorrere per la direzione dei musei italiani, patrimonio mondiale dell'umanità. E i risultati già siedono tutti i livelli. Perché abbiamo sms...Altro…". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi