Voucher, prove di futuro nel Pd. Orlando prende il posto di Bersani. Prove di futuro anche con Berlusconi

. Politica

Una  maggioranza inedita (ma non troppo in un futuro prossimo) fa passare l'emendamento che introduce il libretto delle famiglie e il lavoro occasionale per le imprese, mentre il centrosinistra perde pezzi. I bersaniani, che hanno votato contro, minacciano di lasciare la maggioranza aprendo così  la crisi di governo. Orlando prende di fatto il posto di Bersani all'interno del Pd e boccia la proposta spaccando il partito. Pd che per nulla preoccupato, anzi, fa passare la norma con i voti di FI e della Lega. Ora si polemizza e ci si scontra su una singola norma rilevante si', ma ancora più importante perché  potrebbe fungere da laboratorio politico per il futuro. I voucher che da una parte vengono visti come strumenti per sfruttare i lavoratori, dall'altra sono invece ritenuti indispensabili per creare opportunità di lavoro e nello stesso tempo scoraggiare il lavoro nero. I cinquestelle anche loro schierati con la sinistra  per il no. Tutto questo dimostra come spesso, molto spesso, le idee di Renzi dei Berlusconi coincidano. E se si andrà a votare con il proporzionale l'alleanza più omogenea se non ideologicamente almeno praticamente sulle cose da fare non potrà inevitabilmente che essere una. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi