Dal vertice di Trieste solo solidarietà all'Italia, Macron ammette insufficienze ma non cede

. Politica

Vertice a trieste con la Merkel, Macron e Gentiloni sui migranti. Cone sempre grande solidarietà per l'Italia, tante belle parole ma fatti nessuno. Forse un piccolo sconto di Bruxelles sui conti italiani verso pensata come misura riparatoria. Il problema di fondo pero' resta perché L'italianon e' più in gadodi gestire da solo l'esodo di massa, con il rischio a breve di tensioni sociali. Il presidente francese Macron ha ammasso che la Frncia non sempre ha fattola sua parte. "Ma sui migranti economici non cedo", ha precisato. Conla Merkel che e' d'accordo. Il fatto e' che la distinzione tra profughi legittimi e migranti economici, che tra l'altro sonoil 90% non si può certo fare in mare al momento del salvataggio. Ed una volta a terra gli accertamenti sono lunghi e complessi e poi i rimpatri sono tutt'altro che veloci. Gentiloni ha comunque ringraziato sia Macron he la Merkel rilevando la neccesita di avere una Europa più forte e coeva."Vogliamo essere solidali co  l?italia, che ha fattoun lavoro fantastico, ma tutti siamod'accordo sul fatto che dobbiamo affrontare calotta contro l'immigrazione illegale", le parole della Merkel Si parla una cooperazione con il Niger e di stabilizzare la Libia. Sempre gli stessi discorsi. Mentre gli sbarchi continuano ininterrottamente.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi